Destinazione: Thailandia

Koh Samui


La spiaggia di Koh Samui: mare cristallino e una spiaggia lunga e con sabbia fine, perfetta per le passeggiate Koh Samui è un’isola vasta 250 kmq interamente ricoperta da piante da frutto soprattutto palme da cocco, le quali ricoprono sostanzialmente l’isola, sia sulle spiagge che sulle colline. Un viaggio all’interno dell’isola è un’esperienza assolutamente da provare, considerato l’alternarsi di sublimi paesaggi costituiti da minuscoli villaggi immersi tra sterminate piantagioni di palme da cocco e spettacolari vedute del mare turchese che lambisce le sue coste. È possibile anche assistere all’esibizione di alcune specie di macachi, i quali sono stati appositamente addestrati a raccogliere le noci di cocco, nonchè ai combattimenti di bufali indiani, in diverse parti dell’isola. La principale e più famosa spiaggia di Samui è quella di Chaweng sulla costa est, la quale si snoda per ben sette chilometri, ed è completamente delimitata da un’interminabile distesa di palme da cocco.

QUANDO ANDARE
Il periodo migliore per visitare l’isola è durante la stagione secca che va da febbraio a fine giugno. Da marzo ad ottobre le temperature raggiungono i 35 gradi. La stagione delle piogge invece va da novembre a febbraio con temperature più basse, intorno ai 25 gradi. Nonostante qualche acquazzone qua e là, c’è sempre la possibilità di vedere il sole e stare in spiaggia. Settembre ed ottobre sono ottimi mesi per visitare l’isola a prezzi più economici e con un numero decisamente inferiore di turisti.


Stai per viaggiare con Dimensione Turismo?
Compila il consenso al trattamento dei dati sensibili.