Destinazione: Birmania

Dimensione Birmania


Mandalay, Bagan, Monywar, Lago Inle, Yangon


10 giorni / 7 notti – Partenze dall’Italia su base collettiva con guida in italiano
Pensione completa


1° giorno: ITALIA
Partenza dall’Italia. Pernottamento a bordo.

2° giorno: MANDALAY (pranzo escluso)
Arrivo all’aeroporto di Mandalay e trasferimento in hotel. Cena in hotel.

Mandalay, antica capitale della Birmania, vanto dei sovrani e molto diversa da Yangon, è la quintessenza della Birmania e culla delle arti e dell’artigianato del Paese. Intagliatori di avorio, legno e pietra, scultori di foglie d’oro, tessitori di sete, gioiellieri, lavorano incessantemente, oggi come in passato, per continuare le tradizioni dei loro padri.

3° giorno: MANDALAY / AMARAPURA / COLLINE DI SAGAING / MINGUN
Partenza per la visita dell’affascinante Amarapura. Qui si trova il più grande monastero del Paese, il Mahagandhayon, dove si assiste alla processione e al silenzioso pasto comunitario dei monaci. Si prosegue per il ponte U Bein, il più lungo ponte di teak al mondo ammirando da un punto panoramico le colline di Sagaing, costellate da templi e bianche pagode. Si continua poi per il quartiere dove viene lavorato il marmo e si visita la pagoda Mahamuni, all’interno della quale troviamo la grande statua del Buddha seduto proveniente dall’Arakhan e ricoperta di sfoglie d’oro votive. Passeggiata nel mercatino variopinto e pranzo in ristorante locale. Quindi, trasferimento a Mingun, l’antica città reale, in battello locale e lungo le rive del fiume si osservano panorami e scene della vita fluviale. Visita alla zona archeologica di Mingun che include l’immensa pagoda incompiuta, una campana di bronzo di dimensioni colossali, dal peso di 90 tonnellate, e la pagoda Myatheintan, costruita con particolari spire bianche, simboleggianti monti mitologici. Cena in ristorante locale.

4° giorno: MANDALAY / MONYWAR
Trasferimento a Monywar. Arrivo dopo circa 3 ore e pranzo in ristorante. Visita delle grotte di Po Win Daung, uno straordinario complesso di più di 900 caverne scavate nelle colline che racchiude al proprio interno molte statue di Buddha e affreschi ben conservati. Cena in hotel.

5° giorno: MONYWAR / BAGAN
Monywar è solo una piccola cittadina ma si rivelerà come una delle più grandi sorprese e gioielli nascosti del Myanmar, caratterizzata da elementi culturali di grande interesse. Il primo è la pagoda di Thambodday, con più di 600 mila immagini di Buddha e due enormi statue di elefanti bianchi a guardia. Il secondo è il Bodhi Tataung, formato da due gigantesche statue di Buddha: una in piedi da 116 metri e l’altra sdraiata da 95 metri. Segue poi il trasferimento in macchina a Bagan nel pomeriggio; lungo il percorso si incontreranno placidi villaggi rurali, e si attraverserà il lungo ponte Pakokku, sul fiume Irrawaddy. All’arrivo a Bagan, sistemazione e cena in hotel.

6° giorno: BAGAN
Si approfitta delle ore più fresche della giornata per la visita della località più affascinante della Birmania. Sosta presso il colorato mercato a Nyaung-oo, molto animato nelle ore mattutine, e visita della splendida pagoda Shwezigon, divenuta il prototipo per tutte le altre pagode birmane, e sosta presso una fabbrica della lacca. Visita dei templi di Manuha e di Ananda, quest’ultimo costruito con bianche guglie per simboleggiare le cime innevate delle montagne dell’Himalaya. Non può mancare un giro in calesse nella piana che si concluderà al tramonto per cogliere pienamente l’atmosfera fuori dal tempo di questo scenario incredibile. Pranzo in ristorante locale e cena sempre in ristorante, con spettacolo di danze.

7° giorno: BAGAN / HEHO (LAGO INLE) / IL MISTERIOSO SITO DI INTHEIN (volo)
Trasferimento in aeroporto e breve volo da Bagan per Heho, nello stato Shan. Proseguimento per il lago Inle attraverso un percorso panoramico, ed arrivo in circa un’ora. Imbarco su motolance e tour del lago Inle, con pranzo in ristorante. Si incontra così una popolazione unica, quella degli Intha, che abita sulle acque del lago, e da cui trae sostentamento e ogni risorsa. Si vedono i pescatori che remano con la gamba e pescano con una speciale nassa conica, i giardini galleggianti costruiti con fango e giacinti d’acqua ed ancorati al fondo con pali di bambù. Visita delle splendide colline di Inthein, in un braccio secondario del lago: qui si trovano più di mille pagode risalenti al XIII secolo che circondano un antico monastero. Attraverso i canali rurali, e dopo una breve camminata si arriva nella zona archeologica. Ritorno al pontile attraversando una foresta di bambù. Segue la visita del monastero Nga Pha Kyaung, famoso un tempo per i gatti addestrati dai monaci, e della grande pagoda Phaung Daw U Kyaung, la più importante dello Stato degli Shan. Rientro per la cena in hotel.

8° giorno: HEHO / YANGON (volo)
Trasferimento in aeroporto per volo per Yangon. Arrivo in mattinata e pranzo in ristorante locale. Tour di Yangon: si inizia con il gigantesco Buddha sdraiato (Chaukhtatgy), e si prosegue con la pagoda Shwedagon. Dopo le visite, si può ammirare il panorama a 360 gradi di tutta la città dalla terrazza di un palazzo, sorseggiando un cocktail. La giornata si conclude con la cena in ristorante tipico.

9° giorno: YANGON / ITALIA
Si visiteranno il centro coloniale con i bei palazzi in stile vittoriano e Chinatown, il classico quartiere cinese trafficato di risciò e bancarelle con ogni genere di articoli, di templi dipinti di rosso, di ristorantini e di piccoli artigiani. Pranzo in ristorante e trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia, oppure collegamento ad una delle estensioni proposte in catalogo.

10° giorno: ITALIA
Arrivo in Italia.


Quota da euro 1.910 in hotel 4 stelle



Estensioni per il tour

Le seguenti estensioni si collegano all’ 8° giorno del tour.

Loikaw

3 giorni / 2 notti – Pensione completa

8° giorno: HEHO / SAGAR / PEKON / LOIKAW
Partenza dall’hotel attraversando il lago per arrivare nella sua punta estrema, lontana e meno toccata dal turismo. Qui si visitano alcuni templi di spettacolare bellezza e, partendo dalla zona di Sagar, la valle intorno. Quest’ultima è interamente coltivata e vi si trova anche una piccola fabbrica per ricavare alcool dal riso; inoltre si visiteranno le pagode nel villaggio di Tar-khaung. La popolazione locale è costituita principalmente da etnie Shan, Pao, Inthas e Danus. Successivamente si passa attraverso una strettoia panoramica, il "canale dell’orco", con i resti di un’antica città. Si approda dunque a Pekon, in terra Padaung, e dopo circa 2 ore si arriva a Loikaw. Sistemazione in hotel per cena e pernottamento.

9° giorno: LOIKAW
Intera giornata dedicata alla visita ai villaggi di etnia Kayah intorno a Loikaw. La zona è stata chiusa al turismo dal 1997 a causa di conflitti con il regime militare, ma ora risulta essere visitabile. I Kayah sono una etnia della popolazione Karen di lingua tibeto-birmana. Sono anche chiamati Padaung e conosciuti per le “donne giraffa” per via dell’antica usanza di portare anelli d’ottone intorno al collo. Le case sono su palafitte con l’immancabile tempio del culto dei Nat, gli spiriti venerati dalle popolazioni tribali. Si prosegue con la visita ai villaggi nei dintorni per conoscere le interessanti usanze e stile di vita locali. Pranzo e cena in ristorante. Per chi lo desidera, prevediamo la visita ad una scuola nata e sostenuta grazie ad un progetto Onlus italiano. Vicino alla piccola scuola vi è anche una clinica e si raggiunge con una minima deviazione di 15 minuti, per arrivare al villaggio di Mobye e quindi alla scuola.

10° giorno: LOIKAW / YANGON (volo)
Trasferimento in aeroporto per volo per Yangon. Arrivo in mattinata e pranzo in ristorante locale. Tour di Yangon: si inizia con il gigantesco Buddha sdraiato (Chaukhtatgy), e si prosegue con la pagoda Shwedagon. Dopo le visite, si può ammirare il panorama a 360 gradi di tutta la città dalla terrazza di un palazzo, sorseggiando un cocktail. La giornata si conclude con la cena in ristorante tipico.

11° giorno: YANGON / ITALIA
Si visiteranno il centro coloniale con i bei palazzi in stile vittoriano e Chinatown, il classico quartiere cinese trafficato di risciò e bancarelle con ogni genere di articoli, di templi dipinti di rosso, di ristorantini e di piccoli artigiani. Pranzo in ristorante e trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia. Pasti, snack, film e pernottamento a bordo.

12° giorno: ITALIA
Arrivo in Italia.


Roccia d’Oro

3 giorni / 2 notti – Pensione completa

8° giorno: HEHO / YANGON (volo)
Trasferimento in aeroporto per il volo per Yangon. Arrivo in mattinata e pranzo in ristorante locale. Tour di Yangon: si inizia con il gigantesco Buddha sdraiato (Chaukhtatgy), e si prosegue con la pagoda Shwedagon. Dopo le visite, si può ammirare il panorama a 360 gradi di tutta la città dalla terrazza di un palazzo, sorseggiando un cocktail. La giornata si conclude con la cena in ristorante tipico.

9° giorno: YANGON / KYAIKTHYIO
Da Yangon proseguimento per Kyaikthyio, su mezzo privato con arrivo in circa 4 ore. Il monte sacro ospita un masso coperto di foglie d’oro in perfetto equilibrio sul bordo di una roccia e sulla cima del masso è adagiata una piccola pagoda dorata che contiene un’importante reliquia del Buddha. Pranzo in ristorante locale. Dalla base del monte Kyaikthyio la risalita si effettua a bordo di grossi mezzi, adibiti al trasporto dei pellegrini, che arrancano sulla tortuosa ascesa per circa 30 minuti. Visita della Roccia d’oro e cena in hotel sul monte.

10° giorno: KYAIKTHYIO / BAGO / YANGON
Chi si alza presto potrà godere di una memorabile alba panoramica. Discesa del monte e partenza per Bago, l’antica capitale. Pranzo in ristorante locale. Lungo la strada del rientro a Yangon è prevista la visita del gigantesco Buddha sdraiato, il Shwethalyaung, lungo 55m ed alto 16m e della pagoda Kyaik Pun, con i quattro Buddha giganti coloratissimi e seduti schiena contro schiena. Arrivo a Yangon. Cena in hotel.

11° giorno: YANGON / ITALIA
Si conclude la visita della città compatibilmente con l’orario del volo di rientro in Italia. Pranzo in ristorante tipico. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto. Pasti, snack, film e pernottamento a bordo.

12° giorno: ITALIA
Arrivo in Italia.


Mare a Ngapali Beach

4 giorni / 3 notti – Prima colazione al mare

8° giorno: HEHO / TANDWE (Sandaway) spiaggia di NGAPALI (volo)
Trasferimento in aeroporto per volo per Ngapali, all’arrivo trasferimento all’albergo prescelto con trattamento di prima colazione. Alla Birmania non manca nulla, neanche il bel mare. A Tandwe, chiamata dagli inglesi Sandaway, a sette chilometri dalla città, si trova la lunga e bella spiaggia di Ngapali, il cui nome deriva, inaspettatamente, dal nome della città di Napoli. Abbiamo scelto per voi due strutture ugualmente valide e di ottima qualità che potrete scegliere in base alle vostre esigenze.

9° e 10° giorno: NGAPALI
Giornate a disposizione con trattamento di prima colazione in hotel.

11° giorno: NGAPALI / YANGON (volo)
Trasferimento in aeroporto per volo per Yangon. Arrivo in mattinata e pranzo in ristorante locale. Tour di Yangon: si inizia con il gigantesco Buddha sdraiato (Chaukhtatgy), e si prosegue con la pagoda Shwedagon. Dopo le visite, si può ammirare il panorama a 360 gradi di tutta la città dalla terrazza di un palazzo, sorseggiando un cocktail. La giornata si conclude con la cena in ristorante tipico.

12° giorno: YANGON / ITALIA
Si conclude la visita della città compatibilmente con l’orario del volo di rientro in Italia. Pranzo in ristorante tipico. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto. Pasti, snack, film e pernottamento a bordo.

13° giorno: ITALIA
Arrivo in Italia.

Stai per viaggiare con Dimensione Turismo?
Compila il consenso al trattamento dei dati sensibili.